Come il settore pubblico uccide l’economia libera

Stavolta mi limito a fornirvi l’incipit e il link ad un articolo veramente magistrale che ho scoperto sul sito Rischio Calcolato.

Assolutamente da leggere e imparare.

Con un sms, un amico mi annuncia che tarderà al nostro appuntamento: «Sono trattenuto in ditta, ci stanno proponendo un taglio degli stipendi». Avviene dovunque. A Milano, tremila fra medici, infermieri ed ausiliari del centro ospedaliero San Raffaele, hanno accettato tagli salariali del 9-10%: in assemblea sindacale, con voto che la stampa definisce «plebiscitario». Con ciò, hanno scongiurato, temporaneamente, i licenziamenti di 240 di loro.

Accade dovunque, accade in silenzio, ed accadrà sempre più spesso: continua

Advertisements

2 pensieri su “Come il settore pubblico uccide l’economia libera

  1. Nicola, questo articolo sarebbe da volantinare in tutta Italia. Blondet è un grande. Non sono d’accordo con alcuni altri suoi articoli ma con questo fa veramente il punto della situazione.
    Bisogna aggiungere Google + alle condivisioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...